Carta dei servizi

Chi siamo

La casa famiglia ha sede in Monterotondo (RM) ed è sita in viale Bruno Buozzi n° 66,  in una zona centrale della cittadina,  posizione che rende facile l’accesso ad ogni tipologia di servizi.

La struttura è  ubicata in una villetta singola con giardino,  composta da :

  • 5 stanze, di cui una destinata alle emergenze,  per l’accoglienza dei nuclei ;
  • 1 stanza destinata agli operatori;
  • 1 stanza ad uso ufficio;
  • un’ ampia sala pranzo/soggiorno, dove si svolgono anche le attività ludiche e ricreative;
  • 4 bagni;
  • 2 cucine, di cui una grande e una di dimensioni più ridotte.

La casa è circondata da un ampio giardino attrezzato con giochi per i bambini, veranda e spazi di conversazione e aggregazione;  nello spazio esterno si trova un’ ampia stanza, con pareti vetrate, dove si svolgono varie attività: laboratori ludico/ricreativi, riunioni, attività didattiche, incontri protetti.

La casa famiglia si propone di fornire alle ospiti e ai loro figli un ambiente familiare e sereno, “una Casa”, in cui apprendere una pratica quotidiana di vita e dove sperimentare relazioni significative adatte a favorire uno sviluppo personale positivo e armonico.

MODALITA’ DI ACCESSO AL SERVIZIO

La struttura  accoglie ospiti in regime di residenzialità.

L’ospitalità residenziale ha carattere di temporaneità, il periodo di permanenza è legato ad un progetto individualizzato, che tenga conto della specificità delle situazioni e che viene concordato con il servizio inviante e, quando possibile, con le ospiti.

Le ospiti sono accolte previa segnalazione dei servizi sociali del Comune o di altri enti invianti, stipulando un accordo condiviso di presa in carico .

Da Statuto dell’Associazione, non è previsto l’inserimento  di donne  con problemi di tossicodipendenza, alcolismo e  problemi psichiatrici gravi.

ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO

La casa famiglia è aperta 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno e gli operatori  garantiscono la propria prestazione in turni, assicurando la continuità del servizio. Nelle ore diurne gli operatori sono affiancati da tirocinanti e volontari nello svolgimento delle attività ludico/ricreative e didattiche.

La  vita della struttura di accoglienza è programmata su uno stile familiare, basandosi  quindi sulla compartecipazione di tutti alla gestione della casa nel rispetto delle esigenze e delle potenzialità di ognuno.